dicembre 18, 2016

CLOUD

La connettività disponibile nella maggior parte del territorio nazionale non permette l’utilizzo del Cloud con le modalità necessarie, o se lo permette, lo fa a costi elevati.

Nel corso di qualche anno abbiamo, però, visto comparire sul mercato contratti di connessione con velocità sino a qualche tempo inimmaginabili.

Si può ipotizzare che a breve saremo tutti collegati con connessioni “Gigabit” che permetteranno l’utilizzo del cloud e le sue enormi potenzialità.
Questi strumenti permettono, ad esempio, l’utilizzo di server e storage attraverso il web pagando canoni di noleggio mensile.

Nonostante gli impedimenti dettati dall’infrastruttura telefonica italiana, è già possibile realizzare dei progetti “ibridi” dove vengono spostati sul web solo i servizi che oggi il web è in grado di reggere, costituendo però le basi per poter spostare gradualmente l’intero sistema informativo non appena la connettività lo consentirà.

Le prime applicazioni basate sul cloud, ad oggi riguardano specialmente, uffici dipartimentali, uffici di rappresentanza, sedi produttive / logistiche e tutto il personale “in movimento”.

Indietro